Mi piacciono i giardini che hanno qualche cosa da offrire in ogni stagione e non soltanto il grande “splash” di colori primaverili.
Una corteccia insolita, le graminacee che spuntano dalla neve, un’armonia così ‘naturale’ da non sembrare studiata…
Il piacere è meno ovvio ma, come per la buona musica, dura nel tempo, non si consuma.